Come si scrive un buon preventivo?

Mario App -

Scrivere un buon preventivo è la chiave al fine di essere scelto per svolgere il lavoro richiesto dall’utente. Non basta, in fatti, scambiarsi i contatti con il cliente: è fondamentale stabilire una buona comunicazione e dimostrare di essere un professionista competente e professionale.

Per scrivere un buon preventivo, consigliamo di indicare, dove possibile:

  • Prezzo stimato: la ragione principale per cui si richiede un preventivo è conoscere il prezzo dell' intervento. Se la richiesta del cliente non è abbastanza specifica per stabilire un prezzo esatto, è bene indicare un possibile intervallo, fornendo un’idea indicativa di quanto verrà a costare l’intervento. Ricorda d'includere il tuo diritto di chiamata nel prezzo del preventivo, ove applicabile. 
  • Tempo stimato: nel caso in cui sia possibile, anche con un'approssimazione, è sempre meglio specificare il numero di ore richieste per svolgere l'intervento. Il cliente saprà meglio come organizzarsi e risparmierete tempo sull'organizzazione.
  • Materiali e/o Strumenti: se utilizzate materiali dispendiosi o strumenti di un certo tipo specificatelo! Darete valore al vostro lavoro e lascerete intuire la vostra professionalità.
  • Certificazioni: se avete specifiche certificazioni riguardo un lavoro, per esempio brevetti per installare caldaie, condizionatori ecc... è sempre bene aggiungerle.
  • Occhio a punteggiatura ed errori grammaticali: non scrivere con abbreviazioni e rispettare la le regole grammaticali può costituire un ulteriore aiuto per voi. Sembrerà forse una banalità ma abbiamo notato che il saper “scrivere bene” è un' ottima discriminante nella scelta di un professionista. Vi raccomandiamo quindi di rileggere il preventivo almeno una volta prima di inviarlo!
Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.
Powered by Zendesk